Milano in vetta

Milano - La difesa delle Cime Bianche

31 Gennaio

MILANO

IN DIFESA DELLE CIME BIANCHE

Ore 21. Via Duccio di Boninsegna 23. Una serata per porre la nostra attenzione su uno dei nostri incontaminati patrimoni, il Vallone delle Cime Bianche che con il suo prezioso patrimonio di natura e storia è rimasto fino ad oggi, unico tra i valloni dell’alta Val d’Ayas, indenne dalle devastazione degli impianti sciistici. Il Vallone è ora minacciato dalla possibile realizzazione di un progetto di collegamento sciistico con il comprensorio di Cervinia. Ne parleremo usando le strepitose immagini del libro “L’ultimo Vallone Selvaggio, In difesa delle Cime Bianche” di un gruppo di determinati soci CAI, fotografi per passione, che grazie al loro amore per questo luogo incontaminato ed alla loro dedizione hanno creato un libro che è veicolo principale di questo messaggio di tutela. Moderatore: Paola Dotti, Commissione Culturale CAI Milano Ospiti: Annamaria Gremmo, fotografa. Marco Soggetto, fotografo. Francesco Sisti, fotografo

 


Articoli correlati

Parliamone

Monte Stella, per tutti

Monte Stella, per tutti

Elsa Stella ci rimaneva male quando sentiva i milanesi chiamare Montagnetta quel rilievo che il marito, l’architetto Piero Bottoni, le aveva dedicato chiamandolo Monte Stella.

Ma i milanesi, si sa, sono piuttosto pragmatici, realisti, e il nome di Monte non lo consideravano adatto a quei 50 risicati metri di altezza. E il poetico nome di Stella non si adattava proprio al particolare materiale da cui nasceva il rilievo: le macerie degli edifici abbattuti a Milano dai bombardamenti angloamericani durante la seconda guerra mondiale.