Milano in vetta

Verona - Scuola di alpinismo e Film Festival

8 marzo

VERONA

4° VERONA MOUNTAIN FILM FESTIVAL 2019

Dal 5 al 9 marzo | Dalle ore 20.30 | Auditorium Gran Guardia Verona

Incontro con la Scuola di Scialpinismo Renzo Giuliani

Per il 50° anniversario della Scuola Scialpinismo “Renzo Giuliani”, sta nascendo un progetto umanitario che desidera aiutare gli abitanti di una regione povera e isolata dell'Afghanistan, presso la valle dello Wakhan. L’obiettivo è quello di formare alcuni giovani locali alla pratica dello scialpinismo e alla conoscenza dei fenomeni nivologici, costruendo un'opportunità di lavoro e favorendo una microeconomia locale. Nostra mission è rendere autonoma e adeguatamente attrezzata la popolazione locale, fornendola di una centralina nivometeorologica e di un laboratorio sci.

Proiezione film in concorso

Slaintè di Matteo Pavana | Italia | 2018 | lingua italiana | 5’ | Produzione The Vertical Eye

Aveva piovuto tutto il giorno e se ci trovavamo in quel pub a Portree era per scrollarci l’umidità di dosso. Eravamo riusciti a montare l'highline senza troppi problemi, nonostante il basalto fosse una roccia di scarsa qualità. Dovevamo solo aspettare che il giorno successivo tornasse il sole e non avevamo altri giorni a disposizione. Ci sentivamo ottimisti, fortunati. Ancora non sapevamo che avremmo davvero coronato il nostro sogno: la prima highline al mondo su The Old Man of Storr.

Big Mountain di Filippo Salvioni | Italia | 2018 | lingua italiana | 17’ | Produzione Ragni di Lecco

Due grandi amici con la passione per la montagna e l’avventura in paesi remoti, nel lontano 1961 furono i grandi protagonisti di un’ascesa storica al Monte Denali, tra le montagne severe ed inospitali dell’Alaska. Cinquantasei anni dopo, quella salita estrema ed inaccessibile viene ripetuta da due giovani “Ragni”, accomunati dalla stessa grande passione per l’alpinismo. Big Mountain, ovvero quando amicizia e montagna si incontrano per dar vita a legami inseparabili.

Grivola 2018 di Dario Tubaldo e Matteo Zanga | Italia | 2018 | lingua italiana | 9’ | Produzione Your Big Stories SRLS

Dopo tre anni di tentativi, finalmente questa fantastica “piramide” alpina concede la sua parete nord-ovest per una discesa. Cinque freerider, da anni alla ricerca di linee estreme con splitboard e ski, la affrontano su di una neve incredibile. Un’esperienza intensa, dove fatica e tenacia si fondono alle emozioni condivise, descrivendo in maniera netta una montagna valdostana “ardua” (cit. Pascoli), e per certi aspetti “himalayana”.

Aaron Durogati -Playing with the invisible di Matteo Vettorel e Damiano Levati | Italia | 2018 | lingua italiana | sott. in inglese | 30’ | Produzione Storyteller-labs

Non esiste essere umano a cui la vita non abbia riservato un calcio nei denti, prima o poi. Certe cose non si possono schivare. Quello che conta è avere la capacità di rimettere insieme i pezzi ed andare avanti. Ogni odissea ha bisogno del suo mare: è nella luminosa solitudine dell’autunno in Dolomiti che Aaron Durogati, pilota formidabile ed autentico esteta del volo, affronta il suo personale viaggio per imparare a rialzarsi. Una storia intima e potente sulla fragilità e sulla resilienza umana, per riscoprire il volo come puro gesto e pura espressione di sé.

Women are mountains di Renata Calmon | Brasile | 2018 | lingua portoghese | sott. in inglese | 15'

Un cortometraggio che ritrae le vite delle scalatrici Mônica Filipini e Danielle Pinto nella tranquilla città di São Bento do Sapucai, nella campagna di São Paulo, in Brasile. Sono donne capaci di vivere la responsabilità per i propri figli, di gestire la casa e allo stesso tempo di coltivare la loro grande passione: le montagne. Questo documentario mostra lo scenario dell’arrampicata multi-pitch femminile (uno sport tradizionalmente maschile in Brasile) e analizza le motivazioni delle due scalatrici nel praticare questo sport.

The Clean Approach - Essere, Outdoor di Luca Albrisi e Alfredo Croce | Italia | 2018 | lingua italiana | sott. in inglese | 43’ | Produzione Pillow Lab

Un documentario sulla riscoperta del profondo rapporto tra uomo e natura attraverso la pratica di attività outdoor sostenibili. Il viaggio di tre appassionati di “clean” outdoor, durante le quattro stagioni e attraversando alcune aree naturali protette, accompagna una riflessione filosofica, antropologica ed emozionale sull’appartenenza umana all’ecosistema e sul concetto di “limite” nelle sue diverse forme.

 

 

 


Articoli correlati