Milano in vetta

Indicazioni della Commissione Centrale Medica del CAI (sintesi)

PREVENZIONE

Le misure per prevenire e contenere l’infezione variano a seconda della probabilità che le persone possano entrare in contatto con soggetti malati. 

Le raccomandazioni prevedono quindi: 

• distanziamento sociale, uso dei dispositivi di protezione (mascherina chirurgica o mascherine di comunità, ovvero mascherine monouso o mascherine lavabili, DPCM 26 aprile 2020, guanti, occhiali protettivi); 

• lavaggio frequente delle mani con acqua e sapone; 

• non toccare gli occhi, il naso o la bocca con le mani non lavate. 

Non ci sono prove che animali domestici, come cani e gatti, possano essere vie di contagio. 

 

LINEE GUIDA PER L’ATTIVITÀ SPORTIVA DI BASE E l’ATTIVITÀ MOTORIA 

in genere emanate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ufficio per lo sport, ai sensi del DPCM del 17.05.2020 art. 1 lettera f, per l'informazione specifica per il contenimento della COVID-19: 

1. obbligo di rimanere al proprio domicilio in presenza di febbre (oltre 37,5°C) o altri sintomi influenzali (tosse, difficoltà respiratorie), mettendone al corrente il proprio

medico di medicina generale e il medico sociale; 

2. obbligo di comunicare eventuali contatti con persone positive al virus avuti nei 14 giorni precedenti, rimanendo al proprio domicilio secondo le disposizioni dell'autorità sanitaria; 

3. obbligo di avvisare tempestivamente e responsabilmente l’accompagnatore dell'insorgere di qualsiasi sintomo influenzale durante l’escursione, avendo cura di rimanere ad adeguata distanza dalle persone presenti; 

4. adozione delle misure cautelative per lo svolgimento dell’escursione: 

a) mantenere la distanza di sicurezza; 

b) rispettare il divieto di assembramento; 

c) osservare le regole di igiene delle mani; 

d) utilizzare adeguati Dispositivi di Protezione Individuale (DPI). 

Nel caso in cui l’attività preveda la presenza di persone non completamente autosufficienti e non sia possibile rispettare la distanza di sicurezza di almeno due metri, è necessario che, sia l’accompagnatore che la persona non autosufficiente indossino sempre i dispositivi di protezione (mascherina, guanti e occhiali). 

Nello svolgimento di una escursione sia gli accompagnatori che i partecipanti devono rispettare le seguenti prescrizioni igieniche: 

• lavarsi spesso le mani e munirsi di flaconi di gel disinfettante a base idroalcolica; 

• mantenere la distanza interpersonale minima di 1 mt in assenza di attività fisica; 

• mantenere la distanza interpersonale minima adeguata all’intensità dell’esercizio, comunque non inferiore a 2 mt; 

• non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani prima di averle lavate; 

• starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie; se non si ha a disposizione un fazzoletto, starnutire nella piega interna del gomito; 

• evitare di lasciare in luoghi condivisi con altri gli indumenti indossati per l’attività motoria, ma riporli in zaini o borse personali; 

• non condividere bicchieri, borracce, attrezzi, ecc.; 

• premunirsi di appositi contenitori (bustine in plastica, ecc.) per raccogliere i propri dispositivi di protezione usati (mascherina, guanti, ecc.), i fazzolettini di carta, ecc. 

• vietare lo scambio tra i partecipanti di dispositive e attrezzi (smartphone, tablet, bussole, carte topografiche ecc.); 

• non toccare la segnaletica fissa. 

 

Articoli correlati