Milano in vetta

Piazza Brembana - Convegno su giovani e montagna

7 febbraio

PIAZZA BREMBANA

GIOVANI E MONTAGNA: quale futuro?

Quale futuro per i nostri paesi? Quali risorse può offrire il nostro territorio, oltre al turismo, perché continui ad essere abitato? Ci piace pensare che queste nostre comunità rimangano vive, permettendo alle giovani generazioni di coltivare e di realizzare il sogno di costruirsi un futuro qui. Ci sta a cuore che questi luoghi non siano solo fruibili per qualche giorno all’anno da turisti e villeggianti, ma possano trovare le possibilità in grado di sostenere la scelta di non abbandonare questo territorio. Se i giovani scappano verso la città quale futuro resta per le nostre montagne? È possibile sperimentare nuovi modelli di sviluppo coerenti con le risorse dei territori per costruire comunità più consapevoli della propria identità di luogo e appartenenza culturale, orientate ad uno sviluppo sociale e solidale?
Partecipa: Alberto Tamburini, docente dell'Università della Montagna (UniMi) Edolo

Ore 20.30 - Piazza Brembana, Via don Tondini, 14

http://www.altobrembo.it/event/la-risorsa-della-nostra-montagna-un-futuro-possibile/


Articoli correlati

Parliamone

Monte Stella, per tutti

Monte Stella, per tutti

Elsa Stella ci rimaneva male quando sentiva i milanesi chiamare Montagnetta quel rilievo che il marito, l’architetto Piero Bottoni, le aveva dedicato chiamandolo Monte Stella.

Ma i milanesi, si sa, sono piuttosto pragmatici, realisti, e il nome di Monte non lo consideravano adatto a quei 50 risicati metri di altezza. E il poetico nome di Stella non si adattava proprio al particolare materiale da cui nasceva il rilievo: le macerie degli edifici abbattuti a Milano dai bombardamenti angloamericani durante la seconda guerra mondiale.