Milano in vetta

Omegna - Incontro tra aree naturali italiane e svizzere

1 giugno

OMEGNA

“Parchi in città”

Le aree naturali protette italiane e svizzere scendono in città. I luoghi remoti delle Alpi tra Val d’Ossola e Vallese scendono al piano per presentarsi e incontrare donne e uomini che amano la natura e vogliono incontrarla. Un quadrante di quattro parchi scendono sulle rive del Lago d’Orta per offrire il loro ambiente, i sentieri, le nobiltà enogastronomiche di nicchia, l’antica cultura delle terre alte o “altissime”: il polmone verde dell’Europa di domani.

Le Aree Protette dell’Ossola (parchi naturali di Veglia – Devero e ValleAntrona), il Parco Nazionale Val Grande, il Landschaftspark Binntal (Goms in Alto Vallese) e il parco di Pfyn Finghes (Leukerbad, Basso Vallese) presentano le loro offerte di valori naturalistici e le occasioni di fruizione ad Omegna.

Nel corso dell’incontro, organizzato grazie alla disponibilità e collaborazione del Comune di Omegna, verranno presentati ai media i temi importanti per il 2019: la celebrazione dei 10 anni di istituzione del parco naturale Alta valle Antrona, la settimana nazionale dell’escursionismo del CAI in Val Grande, la certificazione europea di Transboundary Parrk tra Veglia – Devero e Binntal, il progetto transnazionale Mineralp.

 


Articoli correlati

Parliamone

Natura senza frontiere

Natura senza frontiere

Se frequentare un ambiente naturale è per tutti un’esperienza vitalizzante, per le persone disabili lo è ancora di più.

E’ un mezzo di estrema efficacia per superare certe limitazioni imposte dalla condizioni psicofisiche, per conquistare autostima, per nuove relazioni di collaborazione che favoriscono l’inclusione.

Col termine, ormai acquisito, di montagnaterapia si definisce la riconosciuta utilità di varie attività in natura in termini terapeutici, di riabilitazione, di dinamiche relazionali, di capacità di gestione dei movimenti e delle emozioni.