Milano in vetta

Albino - Sul sentiero per Selvino lungo Via Mercatorum

7 novembre

ALBINO

Sul sentiero per Selvino lungo Via Mercatorum

Il percorso proposto (sentiero CAI 550) porta alla scoperta del tracciato albinese che era parte del sistema di mulattiere che portavano in Valbrembana e Valtellina, utilizzato dai mercanti prima della realizzazione della strada Priula alla fine del Cinquecento. Un percorso rimasto importante per salire sull’altipiano di Selvino prima che fosse raggiunto dalla strada.
Visiteremo la quattrocentesca chiesa della Madonna della Neve, dove i mercanti hanno fatto affrescare ex voto quattro-cinquecenteschi. Passeremo da Ca Carbuner, che ricorda un’importante attività, quella della produzione di carbone vegetale, utilizzato per la fusione e lavorazione del ferro, e saliremo tra i boschi cedui della Valle dell’Albina.
Faremo una sosta al “Quader”, ex voto di un selvinese scampato ad una rapina e parleremo delle soprastanti cave di alabastro, un pregiato “marmo” utilizzato per secoli in tante chiese bergamasche e cavato per l’ultima volta negli anni Venti del Novecento.
Arriveremo infine al Büs dela Scabla, un’ampia grotta utilizzata come sepolcreto nell’età del rame, 5000 anni fa e come ricovero in epoche successive. Daremo indicazioni come raggiungere le vicine grotte del Paradis di Asegn e del Büs dela Comar e scenderemo dal medesimo percorso.
Appuntamento: sabato 7 NOVEMBRE 2020 alle ore 9,00 al parcheggio presso la chiesetta della Madonna della Neve di Albino.
Tempo di percorrenza: due ore e mezza circa. Dislivello: 300 mt. - Difficoltà: adatta a famiglie e ragazzi. Numero massimo di partecipanti 15. Oltre le 15 persone si formerà un secondo gruppo, distanziato di 15 minuti, condotto da Giampiero Tiraboschi. Obbligo di mascherina e distanziamento di 1 mt.
In caso di maltempo la passeggiata è rimandata a sabato 21 novembre.
Il percorso si snoda su di una mulattiera, si consiglia l’uso di scarponcini e bastoncini.

Partecipazione gratuita. Ritrovo: Albino, Via Madonna della Neve

Prenotazione obbligatoria tramite mail. francoinnocenti1947@yahoo.it 

 


Articoli correlati