Milano in vetta

La montagna riscoperta

L’estate 2020 potrebbe essere ricordata per un significativo aumento della frequentazione della montagna. Meno viaggi all’estero. Meno spazio a disposizione sulle spiagge. E un accresciuto desiderio di aria pura, di natura.

L’augurio è che questa riscoperta non sia episodica, in quanto condizionata dal diffondersi della pandemia. Ma chi già da tempo frequenta la montagna si augura anche che tale frequentazione non comporti il desiderio di portare nelle aree montane le abitudini, le comodità, le “cose” lasciate in città. La montagna chiede rispetto per mantenere le sue specificità. Per capirla è necessario ascoltarla.

Pubblicato il 09/10/2020

Articoli correlati