Milano in vetta

Teglio - Cereali tradizionali di montagna

28 luglio

Teglio

Cereali tradizionali di montagna

Nell'ambito del progetto "Buone pratiche per la coltivazione e la trasformazione di cereali alpini e piante officinali – CereAlp" finanziato da regione Lombardia PSR, il polo UNIMONT - Centro di Ricerca Ge.S.Di.Mont. dell'Università degli Studi di Milano organizza attività di divulgazione e dimostrative con lo scopo di diffondere buone pratiche e conoscenze inerenti la coltivazione/trasformazione di landraces di cereali e piante officinali al fine di innescare nuove filiere e promuovere l’imprenditoria giovanile in montagna. La prima iniziativa verrà organizzata mercoledì 28 luglio 2021 presso l'Azienda Agricola Biologica “Raetia Biodiversità Alpine” e il “Mulino Menaglio” a Teglio (SO). Durante l’attività dimostrativa verranno presentati cereali e pseudocereali tradizionali di montagna e saranno descritte le buone pratiche di coltivazione e trasformazione. Verranno esposti i metodi di coltivazione, le modalità di mietitura/trebbiatura e, durante la visita al Mulino Menaglio, saranno presentate le fasi di macinatura tradizionale. Nel corso della giornata sono previste dimostrazioni pratiche di mietitura con mietitrebbia Kubota e di pilatura dell’orzo tramite pila a pietra, condotte/supportate da agricoltori/trasformatori e da ricercatori di UNIMONT. L’attività è rivolta principalmente a titolari di aziende agricole di montagna.

 


Articoli correlati

Parliamone

Monte Stella, per tutti

Monte Stella, per tutti

Elsa Stella ci rimaneva male quando sentiva i milanesi chiamare Montagnetta quel rilievo che il marito, l’architetto Piero Bottoni, le aveva dedicato chiamandolo Monte Stella.

Ma i milanesi, si sa, sono piuttosto pragmatici, realisti, e il nome di Monte non lo consideravano adatto a quei 50 risicati metri di altezza. E il poetico nome di Stella non si adattava proprio al particolare materiale da cui nasceva il rilievo: le macerie degli edifici abbattuti a Milano dai bombardamenti angloamericani durante la seconda guerra mondiale.